Marina Militare Difesa: Ecco Come Entrare?

4 novembre 2013 inviato da Staff
Marina Militare Difesa: Ecco Come Entrare? 4.40/5 (88.00%) 5 Vota questo articolos

Marina militare difesa è una della 4 forze armate del nostro paese a cui è affidato il controllo e la condotta delle operazioni navali nelle acque nazionali e internazionali.

La sua storia inizia insieme a quella della repubblica italiana e da allora la marina militare è un baluardo dell’Italia nel mondo.

 

Ma come si può entrare a far parte della marina militare difesa?

 

marina militare difesa

Foto: Marina Militare

Per poter accedere al corpo della marina militare difesa è necessario avere una formazione scolastica e accademica mirata. In base a quali sono le proprie aspirazioni, il corpo della marina militare offre differenti percorsi formativi.

Se si vuole raggiungere incarichi di comando e responsabilità all’interno della marina militare difesa è necessario conseguire una laurea magistrale e partecipare al concorso per ufficiale dell’accademia navale, dove dopo aver vinto il concorso di accesso, si svilupperanno capacità gestionali per divenire ufficiale della marina, differenziati in base all’indirizzo di specializzazione scelto.

Una volta conseguita la laurea specialistica all’accademia navale della marina militare difesa si aprono una serie di sbocchi professionali anche prestigiosi che da subito prevedono una retribuzione che solitamente inizia con 900 euro al mese per i primi due anni per poi diventare 1.600,00 Euro dal terzo anno, con incrementi in base al grado.

Oltre alla formazione accademica, la marina militare difesa offre la possibilità di partecipazione al concorso AUFP (Allievo ufficiale in Ferma Prefissata). La partecipazione a questo bando della marina militare difesa è vincolato al compimento dei 22 anni fino ai 38 e se si è in possesso di un diploma di Laurea per il Ruolo Normale o di un Diploma di istruzione di secondo grado per il Ruolo Speciale. E’ necessaria una formazione presso l’accademia navale della durata di 12 settimane: i vincitori del concorso dovranno formare la ferma volontaria di 30 mesi all’interno della marina militare difesa.

Per ricoprire invece incarichi di carattere esecutivo all’interno della marina militare difesa è necessario invece intraprendere la strada della ferma prefissata come volontario.

Il candidato può decidere di rimanere all’interno della marina militare difesa per un anno – VFP1 -, per 4 anni – VFP4 -oppure in servizio permanente -VSP.

Esiste anche il concorso per intraprendere il ruolo di maresciallo della marina militare difesa che, una volta vinto, prevede una ferma di due anni e la frequentazione del corso di formazione presso la Scuola Sottufficiali della Marina Militare difesa, durante il quale avverrà una preparazione professionale specifica per quel ruolo, con nozioni di scienze politiche e relazioni internazionali

 

Dove e quando vengono pubblicati i concorsi per la marina militare difesa?

 

Il mese di dicembre è quello che vede la pubblicazione dei bandi di concorso per accedere alla marina militare difesa.

Il concorso per divenire invece volontario della marina militare difesa viene pubblicato 3 volte l’anno, febbraio/aprile, giugno/agosto e ottobre/dicembre.

I bandi sono sempre consultabili e scaricabili sul sito del ministero, in quello della Marina Militare Difesa o sul sito della gazzetta ufficiale.

La partecipazione al concorso, a qualunque livello, per entrare nella marina militare difesa è vincolata a una formazione serrata che occupa almeno 8 mesi e il cui materiale orientativo è presente nei siti appena citati, suddivisi per concorso.

I concorsi per accedere al corpo della marina militare difesa, seppure distinti in base alla tipologia di ruolo, prevedono tutti le stesse prove, diversificate nei contenuti:

1. prova scritta con test a risposta multipla di cultura generale
2. accertamenti psico–fisici e attitudinali;
3. prova di efficienza fisica;
4. valutazione dei titoli formativi conseguiti

 

Le domande per la partecipazione ai concorsi per entrare nella marina militare difesa vanno presentato solo e soltanto online.


Valentina Stipa

 

 

Accademia Navale: Formazione, regole di vita e requisiti per accedere. 4.50/5 (90.00%) 2 Vota questo articolos

Accademia Navale: informazioni utili sulla scuola e i requisiti per accedere.

L’accademia navale si trova a Livorno ed è la principale scuola di formazione per accedere alla Marina Militare. Occupa attualmente una superficie di 215.000 metri quadri approssimativamente ed ospita a 1.250 persone tra allievi ufficiali ed ufficiali partecipanti ai corsi.

 

Formazione Accademia Navale

 

 L’accademia navale è la responsabile della formazione degli aspiranti a far parte della Marina Militare. In questo senso, provvede a:

-          Istruzione e formazione degli aspiranti ad ufficiali in servizio permanente effettivo

-          Istruzione ed educazione degli aspiranti a far parte della Marina Militare a tempo determinato

-          Educazione dei giovani aspiranti a piloti di complemento

-          Perfezionamento dell’istruzione professionale e navale degli ufficiali marina militare

-          Perfezionamento dell’istruzione degli ufficiali di altre forze armate e corpi dello stato

-          Istruzione integrativa ed etico-militare dei militari provenienti di concorso

 

Vita in Accademia Navale

 

A seconda della classe di appartenenza, le regolo di vita in accademia navale sono diverse. Dipende dalle esigenze formative di ogni concorso.

In termini generali, l’attività quotidiana viene articolata su tre blocchi:

-          Mattina: durante la mattina nell’accademia navale vengono svolte le attività teoriche e didattiche presso le aule e i laboratori

-          Pomeriggio: il pomeriggio è normalmente riservato all’attività sportiva e alla formazione strategica o etico-militare

-          Periodo preserale: riservato allo studio

 

Alloggi accademia navale

 

Non tutti gli alunni dell’accademia navale sono obbligati ad alloggiare all’interno della scuola. Infatti, ci sono studenti che vanno a casa tutti i giorni o alloggiano in alberghi privati per conto suo. Gli allevi della 1,2 3 classe dei ruoli normali, gli allevi di AUFP / AUPC e gli ufficiali a nomina diretta sono invece obbligati ad alloggiare all’interno delle strutture dell’accademia navale. Hanno diritto quindi a vitto ed alloggio gratuito.

Gli allevi appartenenti alle altre classi possono scegliere dove prenotare e hanno comunque la possibilità di richiedere un alloggio all’interno dell’accademia navale pagando la pensione prevista.

 

Altre regole nell’Accademia Navale

 

La maggior parte delle regole di vita in accademia navale dipendono dalla classe di appartenenza e dell’anno accademico. In ogni caso, cercheremo di elencare alcune regole generali:

-          Libera Uscita: i permessi e libere uscite sono regolate per giorni ed orari in base al corso di appartenenza. Inoltre, sono previsti diversi week end liberi nell’arco dell’anno scolastico.

-          Mensa: glia allevi obbligati ad alloggiare presso l’accademia navale hanno diritto alla consumazione dei pasti giornalieri in maniera gratuita, mentre che nel caso di frequentatori senza quest’obbligo è a carico dell’amministrazione solo il pasto meridiano dei giorni lavorativi.

-          Ricreazione: tutti i giorni sono previsti spazi liberi da attività.

-          Assistenza sanitaria: il servizio sanitario dell’accademia navale garantisce l’assistenza a tutti i frequentatori dei corsi. In caso però di malattie gravi o patologie di rilevanza considerevole, viene fatto ricorso alle strutture ospedaliere cittadine.

 

Come Accedere all’Accademia Navale?

 

Per accedere all’accademia navale è necessario superare un concorso per esami che viene indetto tutti gli anni.

I requisiti per la presentazione di domanda al concorso per accedere all’Accademia Navale sono:

-          cittadinanza italiana

-          tra 17 e 22 anni

-          diritti civili e politici

-          diploma d’istruzione secondaria

-          idoneità psico-fisica e attitudinale

 

Fonte: Marina Militare

Foto: Marina Militare

Ufficiali Marina Militare: Ruoli ed informazioni su come diventarlo 2.25/5 (45.00%) 4 Vota questo articolos

Ufficiali Marina Militare: informazioni utili sui ruoli ed i corpi della Marina Militare, per un miglior orientamento degli aspiranti.

La professione degli Ufficiali Marina Militare è sempre più importante e, ad oggi, rappresenta un’ottima opportunità professionale per i giovani. Per questo motivo, l’accademia navale è sottomessa ad aggiornamenti continui proprio per rendere sempre più responsabile ed efficace la figura degli ufficiali Marina Militare.

Nell’accademia navale, gli ufficiali Marina Militare diventa un professionista con la capacità di assumersi delle responsabilità e decidere sulla vita e le mansioni dei marinai.

Tramite l’accademia navale, e in base alle responsabilità ed incarichi, si può diventare:

-          Ufficiali Marina Militare Ruolo Normale

-          Ufficiali Marina Militare Ruolo Speciale

 

Accesso al ruolo Ufficiali Marina Militare

 

Ufficiali Marina Militare:  Ruolo Normale

Per diventare ufficiali marina militare del ruolo normale è necessario essere diplomati e realizzare i “corsi normali” oppure essere laureati ed accedere al ruolo tramite i “corsi a nomina diretta”.

Il ruolo normale degli ufficiali dell’accademia navale permette di raggiungere i massimi livelli di direzione e i più alti incarichi nell’ambito della Marina Militare e della difesa in generale

 

Ufficiale Ruolo Speciale

 

Questo ruolo presso l’accademia navale consente l’accesso e sviluppo di una carriera tecnico-operativa presso la Marina Militare e l’ ottenimento del titolo di Capitano di Vascello.

 

Ufficiali Marina Militare: Ruolo Aussiliare

 

ufficiali marina militare

Foto: Marina Militare

A regolare i ruoli della Marina Militare, Accademia Navale, è l’articolo 1 del Decreto Legislativo n. 490 / 1997. Ma, ai sensi del D.Lgs. n. 215/2001, esiste una categoria di ufficiali marina militare ausiliari che include i cittadini, donne e uomini, reclutati in qualità di:

-          Ufficiali Marina Militare di complemento in servizio di prima nomina, in ferma o in congedo che possono essere reclutati se viene ristabilito l’ arruolamento obbligatorio.

-          Ufficiali Piloti di complemento in ferma duodecennale

-          Ufficiali Marina Militare in ferma prefissata o in rafferma

-          Ufficiali Marina Militare delle forze di completamento

 

Riguardo gli ufficiali Marina Militare ausiliari, la legge prevede che, l’arruolamento può avvenire unicamente nel caso di specifiche e mirate esigenze delle singole Forze armate connesse alla carenza di professionalità tecniche nei rispettivi ruoli ovvero alla necessità di fronteggiare particolari esigenze operative”.

 

Corpi Ufficiali Marina Militare

All’interno del ruoli gli ufficiali marina militare sono ripartiti in:

  • Corpo di Stato Maggiore;
  • Corpo del Genio Navale;
  • Corpo Sanitario militare marittimo;
  • Corpo di Commissariato militare marittimo;
  • Corpo delle Capitanerie di porto.

 

Vfp1 Marina Militare: Arruolamento Volontari Ferma Prefissata Marina Militare 2.00/5 (40.00%) 2 Vota questo articolos

Vfp1 Marina Militare. L’arruolamento dei VFP1 Marina Militare avviene tramite un concorso per titoli, ovvero un concorso senza prove nel quale vengono valutati soltanto i titoli di studio e di merito dei candidati che saranno dichiarati nella domanda di partecipazione al concorso per VFP1 Marina Militare.

 

vfp1 marina militare

 

Requisiti per diventare VFP1 Marina Militare

 

I requisiti specifici per accedere alla categoria di VFP1 Marina Militare sono presenti in ogni bando di concorso. In ogni casi, e in termini generali, per diventare un volontario della Marina, è necessario:

-          Diploma d’istruzione secondaria di primo grado

-          Tra 18 e 25 anni

-          Statura tra 1,65 e 1,95 m. in caso di uomini e tra 1,61 e 1,95 m. nel caso di donne

-          Idoneità psico-fisica e attitudinale

-          Non avere condanne per delitti non colposi né procedimenti penali pendenti

-          Non avere subito procedimenti disciplinari

-          Non essere in servizio quali volontari di truppa in altre forze armate

 

VFP1 Marina Militare: Iter da seguire per il reclutamento

 

vfp1 marina militareL’arruolamento nella categoria di VFP1 Marina Militare avviene secondo le seguenti fasi:

-          Richiesta di partecipazione secondo le modalità presente nel bando di reclutamento

-          Valutazione delle domanda da parte della Marina Militare ed esclusione dal concorso dei candidati dei non idonei

-          Valutazione dei titoli di merito dei partecipanti

-          Formazione della graduatoria

-          Accertamento dei requisiti psico-fisici ed attitudinali nella graduatoria presso MARICENTRO, della durata di due/tre giorni;

-          Incorporazione dei candidati risultati idonei e ripartizione dei vincitori tra il personale CEMM e del corpo delle capitanerie di porto

-          Attribuzione delle categorie, specialità e abilitazioni

 

VFP1 Marina Militare Rafferma Prefissata e Prolungamento

Gli appartenenti alla categoria dei VFP1 Marina Militare, ovvero volontari di un anno presso la Marina Militare, se lo desiderano, possono essere ammessi ad un prolungamento dei periodo di ferma per un altro anno.

Per la concessione di questa ulteriore ferma, la Marina Militare valuta il rendimento e atteggiamento del candidato in questione durante il servizio e i titoli posseduti.