Vota Questo Articolo

In Italia si taglia dappertutto, ma non vorrei che ora qualcuno ci prendesse gusto a questo dei tagli. Nel nostro caso, quello della difesa, è tutto un mondo a parte. E già da diversi mesi che ci parlano di tagli fino al punto che non capisco più niente, non so se quelli che dicevano sono compresi nella spending review o dobbiamo sommarli. Vabbè, spero di no, altrimenti è un casino.

 

La Spending Review nel caso dei militari non distingue tra dirigenti e soldati e prevede una riduzione di personale di almeno un 10 %, parliamo di 20 mila posti e 100 milioni di euro in meno per gli investimenti nelle armi. A rischio anche 558 tra generali ed ammiragli, che rientrano nel taglio del 20% dei dirigenti.

 

E, come verrà fatto questo taglio?

Si pensa a accelerare l’uscita del personale militare, con la deroga della riforma del sistema pensionistico per dipendenti pubblici e statali.

 

Missioni all’Estero

Per quel che riguarda l’AID, i contributi saranno ridotti da 16 a 11,8 milioni nei prossimi due anni.  Anche le missioni all’estero saranno oggetto di tagli. Il ministero rimarrà in Afghanistan fino al 2014, ma nei prossimi mesi rientreranno centinaia di soldati per 8,9 milioni di euro di risparmio.

 

Proposte

La Spending Review che intende approvare il Governo colpirà non solo la Difesa ma tutti settori dell’amministrazione pubblica, uno dei maggiormente bastonati  è la Sanità. Infatti, le misure previste dovrebbero implicare un risparmio tra i 6 e i 7 miliardi di euro, che vanno a sommarsi agli 8 miliardi di tagli previsti a partire dal prossimo gennaio.

 

Su questo punto i militari hanno qualcosa da dire che, in ogni caso non sembra sbagliato. Ditemi voi:

Si parla della possibilità di riunificare le diverse forze di polizia sotto un unico comando per risparmiare circa 4 miliardi di euro l’anno. Così lo afferma il segretario del Partito per la tutela dei Diritti dei Militari e Forze di Polizia, Luca Marco Comellini: “E’ dal 2009 che i partiti ignorano ogni nostro appello di razionalizzazione delle spese: si potrebbero tagliare oltre 7,4 miliardi per lo Stato in pochi mesi, abolendo norme anacronistiche e inutili”. (Fonte: Diritto di Critica)

 

A me non sembra dal tutto sbagliato, è chiaro che la spesa dei farmaci potrebbe essere ridotta ma penso che i tagli previsti in Sanità nei prossimi anni è esagerato. Poi, invece di tagliare le risorse per tutti i comandi della polizia, magari sarebbe meglio accorpare le diverse forze.

 

Poi è necessario che la smettiamo con capricci e privilegi del tipo trattamenti economici superiori per ufficiali e dirigenti al compimento dei 13-15 e 23-25 anni di servizio. Poi, scusatemi, ma chi sono i militari che difendono una spesa di 8 miliardi di euro entro il 2026 per acquistare Caccia F-35???

Share and Enjoy


Leave a Reply