• Facebook
  • Twitter
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
Vota Questo Articolo

Vigili, poliziotti e militari mostrano il loro discontento per lo schema di rinnovo del sistema previdenziale italiano e assicurano di essere pronti alla mobilizzazione se il governo non si riunirà con loro.

 
Ieri sera rappresentanti sindacali degli operatori del comparto di sicurezza e difesa si sono riuniti per studiare le misure e le manifestazioni da fare in quanto considerano che il governo non ha ascoltato le loro proposte.

 
I contenuti della bozza che è trapelata sono inaccettabili ed in spregio ai vigili del fuoco, come anche alle forze armate e di polizia”, assicurano i rappresentanti dei vigili del fuoco. Inoltre, il segretario della UIL Penitenziari, lamenta la “mancata convocazione  annunciata dai Ministri Fornero, Severino, Cancellieri e Di Paola che –secondo lui- ha alimentato la sfiducia di poliziotti, militari e vigili del fuoco nei confronto del Governo. Non a caso le parole più ricorrenti –continua il rappresentante sindacale- pronunciate nel corso dei numerosissimi interventi anche dagli operatori del comparto sicurezza e difesa sono state mobilitazione e proteste eclatanti”.

Share and Enjoy


Leave a Reply