• Facebook
  • Twitter
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
Vota Questo Articolo

La Unione Europa dice che non può fare niente, l’Italia assicura che ci sta lavorando e intanto Massimiliano Latorre e Salvatore Girone, fucilieri della Marina Militare, continuano detenuti in India in attesa di un processo che sembra non arrivare mai.
L’Alta Corte di Kerala ha deciso di sospendere, per l’ennesima volta, il processo a carico dei nostri marò presso il tribunale di Kollam fino al 30 luglio.

 

Questo nuovo rinvio risponde ad un ricorso presentato dai legali di Latorre e Girone contro il rifiuto del tribunale di tradurre gli atti processuali all’italiano. Oggi non ci sarà nessun’udienza e l’Alta Corte si riunirà di nuovo a fine mese, il 30 luglio, per decidere sul ricorso. Secondo ha pubblicato Congedatifolgore.com “la nostra petizione è stata accolta subito dall’Alta Corte del Kerala che ha mostrato molta sensibilità sulla necessità di garantire un processo trasparente agli imputati” ha detto l’avvocato Diljeet Titus, che coordina il team legale dei due fucilieri.

Share and Enjoy


Leave a Reply