Vota Questo Articolo

Rinvio….ancora un rinvio! Nella vicenda giudiziaria e Umana che vede coinvolti i due Fucilieri di Marina Massimiliano Latorre e Salvatore Girone, la parola più utilizzata è rinvio!

 

Questo il sunto del pensiero dei molti sostenitori pro-Maró; ma dobbiamo cercare di essere realisti e valutare quello che sta accadendo, scrutandone i particolari della vicenda giudiziaria.

 

Oggi, così come l’ultima udienza del 10 Luglio, i due militari sono stati interessati da una fase giudiziaria che li vede imputati di omicidio volontario di fronte alla Magistratura Indiana.

 

Sappiamo benissimo che è in piedi un ricorso avverso la giurisdizione indiana, nel quale l’Italia, avvalorando la tesi su una presunta illegittimità costituzionale dell’operato delle autorità del Kerala su arresto e incriminazione, chiede che gli stessi siano giudicati dalle Autorità Italiane.

 

Pertanto, il rinvio di un’udienza penale può essere valutato sotto due profili: da un lato è sicuramente positivo per i due maró perché non si procede oltre (almeno per il momento) in un processo illegittimo e inesistente; dall’altro i continui rinvii possono rappresentare l’idea del Giudice del Kerala che la prosecuzione di un processo penale, in attesa di una sentenza che potrebbe invalidarlo totalmente, è alquanto inutile!

 

Useremo le nostre energie per concentrarci in una delle date più importanti che apriranno scenari  al momento dubbi: il 26 Luglio, quando l’Alta Corte valuterà il ricorso sulla Giurisdizione. Intanto il pool legale che difende i due Maró ha presentato un ulteriore ricorso per l’attribuzione della competenza giuridica italiana sulla vicenda che entra nel merito dei fatti contestati, chiedendo l’applicazione del Diritto Internazionale.

Andrea Lenoci -Ridateci i Nostri Leoni-

 

 

Share and Enjoy


Leave a Reply