Marò India: A sparare non sono stati loro.

1 febbraio 2013 posted by Staff
  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
Vota Questo Articolo

La perizia balistica realizzata dall’ingegnere perito tecnico, Luigi di Stefano, riguardo la vicenda dei due marò italiani trattenuti in India, rivela che non furono loro a sparare sui due pescatori uccisi. Ormai è passato un anno da quando Massimiliano Latorre e Salvatore Girone furono arrestati per l’accusa di aver ucciso due pescatori indiani ai quali avrebbero scambiati per pirati.

Ora, il perito tecnico afferma al “Sole 24 ore” che la mia perizia ha dimostrato che molti elementi non tornano:a cominciare dalla perizia effettuata dall’anatomopatologo del Tribunale indiano,il Professor Sisikala, che ha recuperato dal corpo di uno dei 2 pescatori ucciso il proiettile, definendolo calibro 0,54 pollici, pari 13 millimetri cioè un calibro oggi inesistente. Ha espresso la misura in cm invece che in millimetri, dai dati emerge che la cartuccia è 7,62x54R ex sovietica, cartuccia sparata da una mitragliatrice russa PK assolutamente differente dalla cartuccia 5,56×45 l’unica in dotazione ai fucilieri del S.Marco, che si può usare sia con i fucili Beretta AR/70/90 sia  con le mitragliatrici FN Minimi in dotazione”.

Inoltre, l’esperto considera che da sempre, le autorità indiano conoscono la verità riguardo gli spari in quanto il calibro utilizzato per uccidere i pescatori non equivale a quello delle armi italiane,e anche ammettendo una doverosa verifica tutto si sarebbe risolto in un’ispezione alle canne dei fucili Beretta”.

 

Altre incoerenze nel caso Marò

 

Oltre il fatto del calibro e la perizia balistica, fin dall’inizio ci sono state molte altre incoerenze nella vicenda dei due marò Latorre e Girone. Ad esempio, le diverse versioni fornite dai testimoni o il fatto che i carabinieri sono stati ammessi solo come osservatori alla perizia balistica.

Ora bisogna aspettare ancora, ormai non facciamo altro, in quando la prossima udienza è prevista per martedì prossimo. Intanto, sappiamo che a sparare non sono stati loro, e questa è una buona notizia.

 

Share and Enjoy


Leave a Reply