MARO’ ARRESTATI: BASTA SCUSE!!!!

30 marzo 2012 posted by Staff
  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
Vota Questo Articolo

È più di un mese che leggo e scrivo sulla situazione e sugli aggiornamenti dei due marò italiani arrestati e prigionieri in India, per uccidere (non è ancora stato provato), due pescatori indiani scambiati per pirati. Il caso è successo lo scorso 15 febbraio, da quel momento, Massimiliano e Salvatore, sono in carcere e a noi, nessuno ci dice niente….perché considero, a questo punto, che nessuno ci sta dicendo la verità.

 
Mi sembra poco ragionevole il fatto che un mese e mezzo dopo, i due militari, siano ancora in carcere se nessuno ha dimostrato che sono stati loro a sparare…..La mia pazienza finisce dopo varie dilazioni della Corte di Kerala, dopo le contradizioni del proprietario del peschereccio che prima diceva di aver riconosciuto la nave ma poi affermava non aver letto il nome della petroliera italiana, inoltre, secondo la perizia le indagini sulle arme usate per uccidere i due pescatori non è stata fatta correttamente. A cosa si gioca qui?

 
Il ministro Terzi, dopo i ritardi della corte di kerala, dice che per queste indagini ci vuole tempo e il premier Monti dice al primo ministro indiano di stare tranquillo perché si arriverà ad una soluzione. Ma che soluzione? Bisogna che i ragazzi tornino a casa, questa è l’unica soluzione.
L’india sta giocando con il nostro governo, sta giocando con noi. D’una parte, è in una posizione privilegiata in quanto ha nelle sue mani la nave e i due nostri militari.
Il 15 febbraio scorso qualcuno ha sparato due pescatori indiani mentre pescavano e questa gente va punita ma, non pensate che le indagini dovrebbero essere più ampie….? Per chè le altre cinque navi, presenti nella zona, sono andate subito via? Perché non sono stati indagati anche i militari a bordo della altre navi?
Per quanto ho letto, non è difficile incontrare barche da pesca utilizzate da pirati nell’Oceano Indiano, forse è stato difficile distinguere chi era a bordo del peschereccio per chi ha sparato…..non lo so, ma mi sembra opportuno scoprirlo.
È chiaro che in tutto questo, le vere vittime sono sicuramente i pescatori, l’India deve ampliare e migliorare la sicurezza per loro ma non penso che prendersela con i soldati italiani sia una soluzione, voi cosa ne dite?

Share and Enjoy


Leave a Reply