Vota Questo Articolo

Gli avvocati dei due marò arrestati in India, Massimiliano Latorre e Salvatore Girone, preparano un ricorso contro la decisione della Corte Suprema del Kerala che ha rifiutato la richiesta di libertà su cauzione dei due marinai. Così ha detto il portavoce della Farnesina, Giuseppe Manzo, precisando che il ricorso potrà essere presentato già la prossima settimana.

 
La richiesta di libertà condizionata era stata presentata perché, secondo gli avvocati, non pregiudica la richiesta italiana di applicare la giurisprudenza italiana nel caso dei marò. Questa richiesta è stata oggi negata e il team legale dei militari italiani sta preparando un ricorso.
Inoltre, fra qualche giorno scade anche il termine di una settimana dato dalla Corte Suprema di New Delhi al governo del Kerala perche’ decida sull’eventuale trasferimento dei maro’, attualmente in prigione a Trivandrum, in una ‘guest house’.

 
Il team italiano in loco ha gia’ avviato i contatti con le autorita’ di polizia locali per valutare varie possibili ‘location‘: non solo quella di Kochi (il circolo ufficiali della polizia locale che ospito’ i due maro’ nella prima fase), ma anche altre foresterie che possano essere adeguate alla condizione dei due ufficiali e soddisfare le richieste del team diplomatico-legale italiano, da settimane in India per cercare di sbrogliare la matassa della complicata vicenda. (AGI) .

Share and Enjoy


Leave a Reply