Manuele Braj: morto per la pace in Afghanistan

28 giugno 2012 posted by Staff
Vota Questo Articolo

La chiesa del Cristo Re di Collepasso, piccolo paese di Lecce, accoglierà stasera il funerale di Manuele Braj, il carabiniere morto lunedì in Afghanistan, mentre era in missione. Il carabiniere scelto è morto per “un attacco ostile deliberato che, tra l’altro, è stato rivendicato dal portavoce degli insorti talebani”, il sottosegretario alla Difesa, Filippo Milone.

Intanto, il suo paese piange per la perdita e proclama lutto cittadino.

Manuele lascia la moglie, Federica di 28 anni, e un bambino di soltanto 8 mesi. Viene da una famiglia stimata nel paese, tutti lavoratori e persone oneste con un gran amore per la patria, è quanto si legge nel sito ufficiale di Collepasso.

Una tragedia che, ultimamente, abbiamo vissuto troppe volte. Braj è la vittima numero 51 dall’inizio della missione Isaf in Afghanistan. Speriamo che la loro morte non sia inutile, che serva a qualcosa e che, davvero la pace sia una realtà, subito, nelle terre afghane.

 

Ecco, cosa è successo in Afghanistan (Servizio La 7)

Share and Enjoy


Leave a Reply