Terremoto in Italia: cosa fa l’Esercito?

11 giugno 2012 posted by Staff
  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
Vota Questo Articolo

Foto: corriere.it

Tre reggimento dell’Esercito Italiano sono pronti per intervenire in meno di 24 ore nelle zone colpite dal terremoto: si tratta di soldati specializzati nel primo soccorso in grado di risolvere problemi anche di infrastrutture come la costruzione di ponti e di strade, o l’aiuto diretto alla popolazione tramite fabbricazione di tende o di ospedali ambulanti.

Il dipartimento di protezione civile e il ministero di difesa devono ora confrontarsi per stabilire le concrete necessità ma, l’8° Guastatori di Legnago è già presente dalle prime ore nelle principali province emiliane. I soldati hanno montato e smontato tende e soccorso la popolazione. Hanno fornito gru giganti per sollevare le rovine dei manufatti industriali crollati a causa delle scosse. Ora sono stati allertati il 2° Genio Pontieri di Piacenza, il 2° Guastatori di Trento e il 10°di Cremona.

Il ministro di Difesa, Gianpaolo Di Paola ha affermato che “è un’emergenza nazionale e le forze armate daranno pienamente il loro contributo”. Sono operativi 69 uomini e 24 mezzi. Dieci vagoni ferroviari del Genio ferrovieri per l’accoglienza e il ricovero degli sfollati a Bondeno con 80 posti letti. Un altro campo è a Crevalcore dove hanno allestito un campo per conto della Protezione civile.

Secondo ha pubblicato Il Tempo.it, su richiesta delle Prefetture di Ferrara e Modena, stanno lavorando nella zona circa 185 militari e oltre 85 mezzi vari, tra cui shelters bagni/doccia, 3 autogru, una pala meccanica, ambulanza, container.

Share and Enjoy


Leave a Reply