Difesa: nuovi acquisti ma niente lavoro

9 febbraio 2012 posted by Staff
  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
Difesa: nuovi acquisti ma niente lavoro 1.00/5 (20.00%) 2 Vota questo articolos

Il Ministero della Difesa ha speso 240 milioni di euro in tre aerei F-35 che utilizzerà la Marina Militare, secondo ha informato il segretario generale della Difesa, Claudio Debertolis, al Parlamento. Questi aeroplani non saranno utilizzati da militari italiani ma da personale appartenente al consorzio comunitario Eurofighter. L‘OsservatorioIraq, però, rivela  che la procedura d’acquisto non è ancora stata ufficialmente avviata.


Questa però non è l’unica spesa prevista per il governo in quanto è previsto un rinnovamento dei mezzi pesanti utilizzati dall’Esercito Italiano.
Il governo italiano intende acquisire nuovi carri armati di un modello molto innovativo: un semi movente pesante con una potenza di fuoco molto elevata e che è stato approvato dai propri generali dell’Esercito, secondo quanto rivela l’Espresso.
L’obbiettivo è quello di incorporare un veicolo sicuro, potente come capacità di fuoco ma anche veloce nei nuovi scenari di guerra.


Raggionando su questi dati, mi vengono alla mente due domande:
1. Che senso ha una spesa di 240 milioni di euro in tre aerei che non miglioreranno la situazione lavorativa dei nostri militari?
2. Siamo sicuri che sia necessaria l’incorporazione di nuovi carri armati in un periodo nel quale si parla di tagli alla difesa?

Share and Enjoy


Leave a Reply