Vota Questo Articolo

Il sottosegretario agli Esteri, Staffan de Mistura, si è pronunciato ieri in un intervista su Rai 1 rispetto la situazione dei due marò detenuti in India, la cui udienza fissata per ieri mattina è stata di nuovo rimandata fino lunedì prossimo. De Mistura ha detto che “vanno giudicati a casa nostra e non in India. Vogliamo giudicarli qua perché i militari hanno l’immunità di servizio. Giudicarli nel paese asiatico sarebbe un precedente deleterio anche per la stessa India che ha tantissimi militari nel mondo”.

 

Adesso, ha aggiunto, si apre la terza fase che definisce quella della ”depenalizzazione”. Il rappresentante del governo ha concluso che ”nel processo, anche se si farà, non si deve parlare di omicidio volontario, ma nel peggiore dei casi di omicidio fortuito dei pescatori scambiati per pirati”.

Share and Enjoy


Leave a Reply