Vota Questo Articolo

Oggi il nostro esercito nazionale compie 152. Proprio  il 4 maggio, in questi giorni convulsi per l’italia, per la società, per la tensione alle stelle proprio delle forze armate, che mai come adesso devono garantire la nostra sicurezza e mai come adesso rischiano la loro incolumità.

 

L’esercito è il complesso delle forze armate di uno stato e nel caso nell’Italia è nato insieme alla nazione, nel lontano 1861 con la conversione dell’Armata Sarda per mano di Vittorio Emanuele II attraverso l’annuncio dell’allora Ministro della guerra Fanti che ”rende noto a tutte la Autorità, Corpi ed Uffici militari che d’ora in poi il Regio Esercito dovrà prendere il nome di Esercito Italiano, rimanendo abolita l’antica denominazione d’Armata Sarda”.

 

anniversario esercito

 

Tante Iniziative Per Festeggiare L’Esercito

 

Ogni regione in questi giorni omaggerà l’esercito nazionale e i suoi componenti perché è proprio in momenti difficili come questo che stiamo attraversando che si percepisce l’importanza del ruolo che svolgono i militari. L’esercito italiano, superate due guerre e decine di missioni estere cruciali, attraversati scandali che ancora lo lacerano all’interno, collaborando durante catastrofi naturali che hanno devastato molte parti d’Italia, ha comunque saputo rinnovarsi, acquisendo responsabilità e competenze e sapendosi adattare ai cambiamenti storico politici che si sono susseguiti in questo secolo e più di storia.

Da Torino a Bologna a Verona a Trento a Roma. Ogni città ha organizzato eventi di ogni tipo per celebrare questo anniversario. A riprova del fatto l’esercito è parte integrante della nostra società. Tra le iniziative più diffuse c’è l’apertura al pubblico delle caserme, un modo concreto per avvicinare i civili al mondo militare e togliere quel muro che spesso ci separa e ci fa sentire parti distinte di uno stesso schieramento.

 

Esercito Italiano. Da Subito Sinonimo Di Coesione

 

È stato l’Esercito a mettere insieme per primo persone di diverse regioni che nella maggior parte dei casi neanche conoscevano la lingua italiana. E tante insieme sono morte per dare libertà al nostro Paese” con queste parole il capo di Stato maggiore, generale di divisione Amedeo Sperotto a Verona, durante l’apertura di questa due giorni interamente dedicata all’esercito ha dato il via alle iniziative in programma per i prossimi giorni.

E proprio per non dimenticare nessuno e rendere davvero speciale questo giorno, l’esercito italiano con la collaborazione di alcuni artisti all’auditorium “Parco della Musica “ di Roma ha organizzato un concerto per contribuire alla raccolta fondi dell’associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro. Lo spettacolo è stato trasmesso in streaming sul sito intranet dell’Esercito così anche  i nostri 6000 uomini e donne impegnati in missioni internazionali hanno potuto per un attimo sentirsi di nuovo a casa.

 

 

Fonte: esercito.difesa / larena / primapaginanews / paolacasoli

Share and Enjoy


Leave a Reply