• Facebook
  • Twitter
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
Vota Questo Articolo

Cessione del Quinto Esercito. L’esercito e lo stato di diritto hanno una cosa in comune, un minimo comune denominatore, che li rende simili ovvero lavorano entrambi per garantire la sicurezza. Nel caso dell’esercito è la sicurezza fisica, la pace, la stabilità sociale. Per lo stato si tratta di sicurezza economica intesa come tranquillità quotidiana di poter affrontare le spese che inevitabilmente nel corso della vita ti si parano davanti e come possibilità di togliersi qualche piccola soddisfazione come un viaggio, una casa più grande, una macchina più lussuosa.

 

I membri dell’esercito però prima ancora che militari sono uomini che devono affrontare nel loro provato la crisi e le difficoltà di mantenere una famiglia, dei figli e uno stile di vita adeguato e modesto. Ecco perché anche per i militari è importante avere acceso al credito senza dare giustificazione, nel minor tempo possibile e alle condizioni migliori.

 

Ogni dipendente dell’esercito italiano, sia civile che militare, può usufruire del prestito con la formula della cessione del quinto esercito e della delega di pagamento fino a un importo massimo pari al 40% del proprio stipendio mensile netto.

 

L’unica garanzia richiesta per accedere alla cessione del quinto esercito è la certezza della propria posizione professionale, attestata attraverso un certificato di stato di servizio rilasciato dal proprio corpo di appartenenza. La situazione bancaria, patrimoniale o in merito a pagamenti in corso dei militari che richiedono la cessione del quinto non faranno differenza ai fini della decisione sull’erogazione del prestito: anche i militari protestati o considerati cattivi pagatori o ancora pignorati  possono accedere senza problemi al credito attraverso la cessione del quinto esercito.

 

L’iter per accedere alla cessione del quinto esercito


I passi amministrativi che i militari devono compiere per ottenere un prestito con cessione del quinto esercito sono pochi e veloci.

  1. inviare la fotocopia del proprio documento di identità, il codice fiscale, l’ultima busta paga e il certificato di stato di servizio alla società a cui si è fatto richiesta di cessione del quinto via fax, via mail o anche via posta.
  2.  L’ente di credito elaborerà un preventivo sulla base delle informazioni ricevute e poi li spedirà ai militari che ne hanno fatto richiesta per la firma di accettazione. Una volta apposta la firma i documenti verranno inviati all’ufficio amministrativo della caserma di riferimento che nell’arco di pochi giorni emetterà il parere di fattibilità e la cessione del quinto esercito diverrà definitiva.

Prima dell’ufficialità della cessione del quinto esercito, i militari possono accedere a un acconto sull’ammontare definitivo, in attesa del saldo il quale verrà erogato entro una ventina di giorni dall’accettazione definitiva della richiesta di prestito.

 

Come funziona la cessione del quinto esercito?

 

Le rate i rimborso della cessione del quinto esercito vengono trattenute dal mese successivo all’accettazione del prestito direttamente dalla busta paga dei militari beneficiari, togliendo agli stessi l’onore di ricordarsene in altra sede. La cessione del quinto esercito e in generale per i dipendenti statali costituisce di fatto un metodo di sicuro esito positivo per ottenere un prestito non finalizzato in un periodo di crisi come quello attuale.

 

Share and Enjoy


Leave a Reply