Archivi per la categoria 'Virtual Flag'

Vota Questo Articolo

Virtual Flag 2012 – Oltre 200 persone, tra militari e civili, appartenenti all’ Aeronautica Militare hanno partecipato in questi giorni ad una nuova edizione dell’esercitazione simulata “Virtual Flag 2012”. Queste pratiche hanno l’obiettivo di migliorare la capacità dei militari nella pianificazione e guida di operazioni aeree in caso di crisi internazionali.

Virtual Flag – Come funziona?

virtual flag
La Virtual Flag si svolge in due fasi diverse, di una settimana ognuna.
-    Orientation Course: questa prima fase del Virtual Flag è abbastanza teorica in quanto l’obiettivo è un avvicinamento tra i partecipanti, la struttura e le procedura operative del centro di comando e controllo (Joint Force Air Component Command).
Questo centro pianifica e coordina tutti gli elementi delle operazioni aeree in ambito internazionale (ONU, NATO, UE). D’altra parte e sempre in questa fase, la regia dell’addestramento, cosiddetta personale dell’Excon (EXercise CONtrol), comincia ad utilizzare i software di simulazione sviluppati dalla NATO per le operazioni militari internazionali.
-    La seconda fase è quella più pratica, ambientata in un contesto di tipo CRO (Crisis Response Operation). Lo scopo di questa fase è pianificare ed esecutare una campagna aerea diretta, coordinata e controllata da un JFACC-AOC (Air Operation Center).

Virtual Flag: particolarità 2012

Quest’ anno l’esercitazione si è svolta nella Base Aerea di Poggio Renatico (FE) e, per la prima volta, ha partecipato parte del personale dell’ENAV SpA per coordinare con il personale militare l’utilizzo degli spazi aerei durante la crisi simulata.
Questa cooperazione è molto importante, soprattutto per la gestione di situazioni di eccezionale rischio come l’uso dello spazio aereo nel caso di terremoti, vulcani, ecc….In questo caso, la cosa ideale sarebbe ridurre al massimo l’impatto delle operazioni militari e permettere di effettuare le operazioni in sicurezza.
Altri partecipanti al Virtual Flag 2012 sono stati circa 40 componenti NATO: 30 del CAOC5 (Combined Air Operation Centre 5) di Poggio Renatico e 10 di altre organizzazioni NATO, come il CAOC8 di Torrejon in Spagna, l’AC (Air Command) di IZMIR (Turchia), il Croatian AOC e il CAOC6 di Eskisehir in Turchia.

Perché è importante l’esercitazione Virtual Flag?

 
Esercitazioni e addestramenti come il Virtual Flag sono necessarie, ora più che mai, perché le crisi e i conflitti attuali si caratterizzano da molte interazioni non solo militari ma anche politiche ed economiche. Quindi è necessario modificare il modus operandi di certe operazioni per affrontare i nuovi conflitti in modo intelligente e salvaguardare l’obiettivo principale di proteggere la popolazione.

Share and Enjoy