Archivi per la categoria 'Riscatto Militare'

  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
Vota Questo Articolo

Chi ha ritardato il proprio inserimento nel panorama lavorativo per adempiere a quelli che un tempo erano obblighi militari subirà delle penalizzazioni in ambito pensionistico? La risposta è no.
Per evitare infatti che i cittadini che hanno svolto servizio militare o civile abbiano delle ripercussioni sulla propria pensione la legge italiana prevede l’introduzione di contributi figurativi che si sommano a quelli effettivi e reali per formare il monte necessario ai fini previdenziali.
La domanda di riscatto degli anni di servizio militare per scopi pensionistici può essere presentata all’ente previdenziale in qualunque momento poiché la stessa non è soggetta a prescrizione  e possono avanzarla tutti coloro che sono stati richiamati alle armi o all’addestramento militare.
Unico vincolo posto dall’INPS per l’ottenimento dei contributi figurativi consiste nell’obbligatorietà di copertura di contribuzione del periodo soggetto alla richiesta; per ottenere l’accredito quindi sarà necessaria la presenza di almeno un contributo obbligatorio versato anche successivo al servizio militare.

Riscatto Servizio Leva: Documenti

I documenti necessari per la presentazione della domanda di riscatto del periodo di leva sono:
-    copia integrale del foglio matricolare, per i soldati e sottufficiali
-    copia integrale dello stato di servizio, per gli ufficiali
-    copia autenticata del foglio matricolare o dello stato di servizio
-    eventuale dichiarazione sostitutiva di certificazione (cosiddetta autocertificazione). In questo ultimo caso sarà direttamente l‘ente previdenziale che richiederà la documentazione probatoria al Distretto o l’Ufficio militare indicato dal richiedente.
Una volta che è stato riconosciuto il diritto all’accredito va subito determinato se lo stesso debba essere impiegato per determinare l’importo di una quota pensione acarico dell’assicurazione generale.  In questo caso ad ogni settimana accreditata attraverso i contributi figurativi deve essere attribuita la retribuzione media settimanale calcolata sulla retribuzione effettivamente percepita .
L’accredito può essere richiesto anche sul sito www.inps.it alla voce servizi on line – per il cittadino -. Viene richiesto un codice PIN di identificazione, da richiedere al call center dell’ente previdenziale. Le domande vengono gestite direttamente a sistema, in via automatizzata.

 

 

Fonte: art. 8 della Legge 155/1981, Previsto da Circ. 222 C. e V del 25.7.1969

 

 

Share and Enjoy