Archivi per la categoria 'Marina Militare'

Marina Militare Difesa: Ecco Come Entrare?

4 novembre 2013 inviato da Staff
Marina Militare Difesa: Ecco Come Entrare? 4.40/5 (88.00%) 5 Vota questo articolos

Marina militare difesa è una della 4 forze armate del nostro paese a cui è affidato il controllo e la condotta delle operazioni navali nelle acque nazionali e internazionali.

La sua storia inizia insieme a quella della repubblica italiana e da allora la marina militare è un baluardo dell’Italia nel mondo.

 

Ma come si può entrare a far parte della marina militare difesa?

 

marina militare difesa

Foto: Marina Militare

Per poter accedere al corpo della marina militare difesa è necessario avere una formazione scolastica e accademica mirata. In base a quali sono le proprie aspirazioni, il corpo della marina militare offre differenti percorsi formativi.

Se si vuole raggiungere incarichi di comando e responsabilità all’interno della marina militare difesa è necessario conseguire una laurea magistrale e partecipare al concorso per ufficiale dell’accademia navale, dove dopo aver vinto il concorso di accesso, si svilupperanno capacità gestionali per divenire ufficiale della marina, differenziati in base all’indirizzo di specializzazione scelto.

Una volta conseguita la laurea specialistica all’accademia navale della marina militare difesa si aprono una serie di sbocchi professionali anche prestigiosi che da subito prevedono una retribuzione che solitamente inizia con 900 euro al mese per i primi due anni per poi diventare 1.600,00 Euro dal terzo anno, con incrementi in base al grado.

Oltre alla formazione accademica, la marina militare difesa offre la possibilità di partecipazione al concorso AUFP (Allievo ufficiale in Ferma Prefissata). La partecipazione a questo bando della marina militare difesa è vincolato al compimento dei 22 anni fino ai 38 e se si è in possesso di un diploma di Laurea per il Ruolo Normale o di un Diploma di istruzione di secondo grado per il Ruolo Speciale. E’ necessaria una formazione presso l’accademia navale della durata di 12 settimane: i vincitori del concorso dovranno formare la ferma volontaria di 30 mesi all’interno della marina militare difesa.

Per ricoprire invece incarichi di carattere esecutivo all’interno della marina militare difesa è necessario invece intraprendere la strada della ferma prefissata come volontario.

Il candidato può decidere di rimanere all’interno della marina militare difesa per un anno – VFP1 -, per 4 anni – VFP4 -oppure in servizio permanente -VSP.

Esiste anche il concorso per intraprendere il ruolo di maresciallo della marina militare difesa che, una volta vinto, prevede una ferma di due anni e la frequentazione del corso di formazione presso la Scuola Sottufficiali della Marina Militare difesa, durante il quale avverrà una preparazione professionale specifica per quel ruolo, con nozioni di scienze politiche e relazioni internazionali

 

Dove e quando vengono pubblicati i concorsi per la marina militare difesa?

 

Il mese di dicembre è quello che vede la pubblicazione dei bandi di concorso per accedere alla marina militare difesa.

Il concorso per divenire invece volontario della marina militare difesa viene pubblicato 3 volte l’anno, febbraio/aprile, giugno/agosto e ottobre/dicembre.

I bandi sono sempre consultabili e scaricabili sul sito del ministero, in quello della Marina Militare Difesa o sul sito della gazzetta ufficiale.

La partecipazione al concorso, a qualunque livello, per entrare nella marina militare difesa è vincolata a una formazione serrata che occupa almeno 8 mesi e il cui materiale orientativo è presente nei siti appena citati, suddivisi per concorso.

I concorsi per accedere al corpo della marina militare difesa, seppure distinti in base alla tipologia di ruolo, prevedono tutti le stesse prove, diversificate nei contenuti:

1. prova scritta con test a risposta multipla di cultura generale
2. accertamenti psico–fisici e attitudinali;
3. prova di efficienza fisica;
4. valutazione dei titoli formativi conseguiti

 

Le domande per la partecipazione ai concorsi per entrare nella marina militare difesa vanno presentato solo e soltanto online.


Valentina Stipa

 

 

Share and Enjoy

Accademia Navale: Formazione, regole di vita e requisiti per accedere. 4.50/5 (90.00%) 2 Vota questo articolos

Accademia Navale: informazioni utili sulla scuola e i requisiti per accedere.

L’accademia navale si trova a Livorno ed è la principale scuola di formazione per accedere alla Marina Militare. Occupa attualmente una superficie di 215.000 metri quadri approssimativamente ed ospita a 1.250 persone tra allievi ufficiali ed ufficiali partecipanti ai corsi.

 

Formazione Accademia Navale

 

 L’accademia navale è la responsabile della formazione degli aspiranti a far parte della Marina Militare. In questo senso, provvede a:

-          Istruzione e formazione degli aspiranti ad ufficiali in servizio permanente effettivo

-          Istruzione ed educazione degli aspiranti a far parte della Marina Militare a tempo determinato

-          Educazione dei giovani aspiranti a piloti di complemento

-          Perfezionamento dell’istruzione professionale e navale degli ufficiali marina militare

-          Perfezionamento dell’istruzione degli ufficiali di altre forze armate e corpi dello stato

-          Istruzione integrativa ed etico-militare dei militari provenienti di concorso

 

Vita in Accademia Navale

 

A seconda della classe di appartenenza, le regolo di vita in accademia navale sono diverse. Dipende dalle esigenze formative di ogni concorso.

In termini generali, l’attività quotidiana viene articolata su tre blocchi:

-          Mattina: durante la mattina nell’accademia navale vengono svolte le attività teoriche e didattiche presso le aule e i laboratori

-          Pomeriggio: il pomeriggio è normalmente riservato all’attività sportiva e alla formazione strategica o etico-militare

-          Periodo preserale: riservato allo studio

 

Alloggi accademia navale

 

Non tutti gli alunni dell’accademia navale sono obbligati ad alloggiare all’interno della scuola. Infatti, ci sono studenti che vanno a casa tutti i giorni o alloggiano in alberghi privati per conto suo. Gli allevi della 1,2 3 classe dei ruoli normali, gli allevi di AUFP / AUPC e gli ufficiali a nomina diretta sono invece obbligati ad alloggiare all’interno delle strutture dell’accademia navale. Hanno diritto quindi a vitto ed alloggio gratuito.

Gli allevi appartenenti alle altre classi possono scegliere dove prenotare e hanno comunque la possibilità di richiedere un alloggio all’interno dell’accademia navale pagando la pensione prevista.

 

Altre regole nell’Accademia Navale

 

La maggior parte delle regole di vita in accademia navale dipendono dalla classe di appartenenza e dell’anno accademico. In ogni caso, cercheremo di elencare alcune regole generali:

-          Libera Uscita: i permessi e libere uscite sono regolate per giorni ed orari in base al corso di appartenenza. Inoltre, sono previsti diversi week end liberi nell’arco dell’anno scolastico.

-          Mensa: glia allevi obbligati ad alloggiare presso l’accademia navale hanno diritto alla consumazione dei pasti giornalieri in maniera gratuita, mentre che nel caso di frequentatori senza quest’obbligo è a carico dell’amministrazione solo il pasto meridiano dei giorni lavorativi.

-          Ricreazione: tutti i giorni sono previsti spazi liberi da attività.

-          Assistenza sanitaria: il servizio sanitario dell’accademia navale garantisce l’assistenza a tutti i frequentatori dei corsi. In caso però di malattie gravi o patologie di rilevanza considerevole, viene fatto ricorso alle strutture ospedaliere cittadine.

 

Come Accedere all’Accademia Navale?

 

Per accedere all’accademia navale è necessario superare un concorso per esami che viene indetto tutti gli anni.

I requisiti per la presentazione di domanda al concorso per accedere all’Accademia Navale sono:

-          cittadinanza italiana

-          tra 17 e 22 anni

-          diritti civili e politici

-          diploma d’istruzione secondaria

-          idoneità psico-fisica e attitudinale

 

Fonte: Marina Militare

Foto: Marina Militare

Share and Enjoy

Ufficiali Marina Militare: Ruoli ed informazioni su come diventarlo 2.25/5 (45.00%) 4 Vota questo articolos

Ufficiali Marina Militare: informazioni utili sui ruoli ed i corpi della Marina Militare, per un miglior orientamento degli aspiranti.

La professione degli Ufficiali Marina Militare è sempre più importante e, ad oggi, rappresenta un’ottima opportunità professionale per i giovani. Per questo motivo, l’accademia navale è sottomessa ad aggiornamenti continui proprio per rendere sempre più responsabile ed efficace la figura degli ufficiali Marina Militare.

Nell’accademia navale, gli ufficiali Marina Militare diventa un professionista con la capacità di assumersi delle responsabilità e decidere sulla vita e le mansioni dei marinai.

Tramite l’accademia navale, e in base alle responsabilità ed incarichi, si può diventare:

-          Ufficiali Marina Militare Ruolo Normale

-          Ufficiali Marina Militare Ruolo Speciale

 

Accesso al ruolo Ufficiali Marina Militare

 

Ufficiali Marina Militare:  Ruolo Normale

Per diventare ufficiali marina militare del ruolo normale è necessario essere diplomati e realizzare i “corsi normali” oppure essere laureati ed accedere al ruolo tramite i “corsi a nomina diretta”.

Il ruolo normale degli ufficiali dell’accademia navale permette di raggiungere i massimi livelli di direzione e i più alti incarichi nell’ambito della Marina Militare e della difesa in generale

 

Ufficiale Ruolo Speciale

 

Questo ruolo presso l’accademia navale consente l’accesso e sviluppo di una carriera tecnico-operativa presso la Marina Militare e l’ ottenimento del titolo di Capitano di Vascello.

 

Ufficiali Marina Militare: Ruolo Aussiliare

 

ufficiali marina militare

Foto: Marina Militare

A regolare i ruoli della Marina Militare, Accademia Navale, è l’articolo 1 del Decreto Legislativo n. 490 / 1997. Ma, ai sensi del D.Lgs. n. 215/2001, esiste una categoria di ufficiali marina militare ausiliari che include i cittadini, donne e uomini, reclutati in qualità di:

-          Ufficiali Marina Militare di complemento in servizio di prima nomina, in ferma o in congedo che possono essere reclutati se viene ristabilito l’ arruolamento obbligatorio.

-          Ufficiali Piloti di complemento in ferma duodecennale

-          Ufficiali Marina Militare in ferma prefissata o in rafferma

-          Ufficiali Marina Militare delle forze di completamento

 

Riguardo gli ufficiali Marina Militare ausiliari, la legge prevede che, l’arruolamento può avvenire unicamente nel caso di specifiche e mirate esigenze delle singole Forze armate connesse alla carenza di professionalità tecniche nei rispettivi ruoli ovvero alla necessità di fronteggiare particolari esigenze operative”.

 

Corpi Ufficiali Marina Militare

All’interno del ruoli gli ufficiali marina militare sono ripartiti in:

  • Corpo di Stato Maggiore;
  • Corpo del Genio Navale;
  • Corpo Sanitario militare marittimo;
  • Corpo di Commissariato militare marittimo;
  • Corpo delle Capitanerie di porto.

 

Share and Enjoy

Concorsi Per Entrare Nella Marina Militare

19 settembre 2013 inviato da Staff
Concorsi Per Entrare Nella Marina Militare 4.00/5 (80.00%) 1 Vota questo articolo

 

Il lavoro intorno alla costa concordia ha acceso i riflettori, tra gli altri, anche sulla Marina Militare, sulle sue responsabilità e sul ruolo che svolge per garantire la nostra sicurezza, non solo in mare. Per questo nell’articolo che segue vogliamo ricordare come si può entrare in questo corpo delle forze armate e quali sono i requisiti fondamentali per accedervi.

 

concorsi marina militareIntanto come per tutte le forze armate, anche per la marina militare è necessario superare un concorso per accedere. I concorsi rispondono a requisiti senza i quali non è possibile partecipare:

-  Cittadinanza italiana

- Avere una condizione penale pulita, senza pregressi illeciti

- Diploma d’istruzione secondaria

- Età anagrafica tra 17 e 26 anni che salgono a 28 nel caso si sia già prestato servizio militare

- Idoneità psicofisica e attitudinale allo stile di vita nelle forze armate

 

 

I concorsi per entrare nel corpo della marina militare prevedono la presentazione di una domanda on line, a seguito della consultazione del bando di concorso che ci interessa, pubblicato periodicamente sul sito della difesa.

Dopo la registrazione al sito, secondo le indicazioni che vi verranno date, sarà possibile compilare la domanda; una volta inviata, si riceverà notifica di consegna. Per completare tutto l’iter è necessario stampare una propria copia della domanda di accesso al concorso per entrare in marina militare e presentarlo il giorno della prima prova.

Le prove variano a seconda del tipo di concorso a cui si richiesto di accedere, ma solitamente si tratta di una prova scritta e una di carattere psicofisico per testare le capacità di resistenza e le peculiarità fisiche e mentale dei candidati.

 

Il prossimo concorso in scadenza per la marina militare riguarda il reclutamento straordinario di 5 unità nel ruolo dei VSP della Marina Militare, nel corpo delle Capitanerie di Porto; per coloro che sono interessati, la domanda va presentata in via telematica entro il prossimo  ottobre.

 

 

 

Fonte: grnet / difesa / marina.difesa /concorso-pubblico

 

Share and Enjoy

Vfp1 Marina Militare: Arruolamento Volontari Ferma Prefissata Marina Militare 2.00/5 (40.00%) 2 Vota questo articolos

Vfp1 Marina Militare. L’arruolamento dei VFP1 Marina Militare avviene tramite un concorso per titoli, ovvero un concorso senza prove nel quale vengono valutati soltanto i titoli di studio e di merito dei candidati che saranno dichiarati nella domanda di partecipazione al concorso per VFP1 Marina Militare.

 

vfp1 marina militare

 

Requisiti per diventare VFP1 Marina Militare

 

I requisiti specifici per accedere alla categoria di VFP1 Marina Militare sono presenti in ogni bando di concorso. In ogni casi, e in termini generali, per diventare un volontario della Marina, è necessario:

-          Diploma d’istruzione secondaria di primo grado

-          Tra 18 e 25 anni

-          Statura tra 1,65 e 1,95 m. in caso di uomini e tra 1,61 e 1,95 m. nel caso di donne

-          Idoneità psico-fisica e attitudinale

-          Non avere condanne per delitti non colposi né procedimenti penali pendenti

-          Non avere subito procedimenti disciplinari

-          Non essere in servizio quali volontari di truppa in altre forze armate

 

VFP1 Marina Militare: Iter da seguire per il reclutamento

 

vfp1 marina militareL’arruolamento nella categoria di VFP1 Marina Militare avviene secondo le seguenti fasi:

-          Richiesta di partecipazione secondo le modalità presente nel bando di reclutamento

-          Valutazione delle domanda da parte della Marina Militare ed esclusione dal concorso dei candidati dei non idonei

-          Valutazione dei titoli di merito dei partecipanti

-          Formazione della graduatoria

-          Accertamento dei requisiti psico-fisici ed attitudinali nella graduatoria presso MARICENTRO, della durata di due/tre giorni;

-          Incorporazione dei candidati risultati idonei e ripartizione dei vincitori tra il personale CEMM e del corpo delle capitanerie di porto

-          Attribuzione delle categorie, specialità e abilitazioni

 

VFP1 Marina Militare Rafferma Prefissata e Prolungamento

Gli appartenenti alla categoria dei VFP1 Marina Militare, ovvero volontari di un anno presso la Marina Militare, se lo desiderano, possono essere ammessi ad un prolungamento dei periodo di ferma per un altro anno.

Per la concessione di questa ulteriore ferma, la Marina Militare valuta il rendimento e atteggiamento del candidato in questione durante il servizio e i titoli posseduti.

 

 

Share and Enjoy

Marina Militare Concorsi: Guida alle Prove per entrare in accademia 4.00/5 (80.00%) 1 Vota questo articolo

Marina Militare Concorsi: a cosa consistono gli esami per entrare in Marina Militare.

 

La prima cosa da fare per entrare in Marina è la scelta del corpo.

 

marina militare concorsi

Foto: Marina.difesa.it

-          Corpo di Stato Maggiore: gli ufficiali appartenenti al Corpo di Stato Maggiore assumono incarichi di responsabilità a bordo delle navi e nei reparti specialistici della Marina.

-          Corpo del Genio Navale: gli ufficiali del genio navale della Marina eseguono un servizio tecnico e di direzione delle Unità navali e dei sommergibili. Inoltre, sono i responsabili della gestione degli impianti di sicurezza della piattaforma.

-          Corpo sanitario militare marittimo: gli ufficiali medici assumono incarichi di capo componente sanitaria e successivamente, a realizzare il loro lavoro sanitario presso gli enti sanitari terrestri della marina.

-          Corpo di Commissariato Militare Marittimo: gli ufficiali del corpo di commissariato assumono incarichi di molta responsabilità a bordo delle navi, tra cui la gestione amministrativa e finanziaria, l’approvvigionamento e la gestione dei materiali e  la consulenza in materia legale.

-          Corpo della Capitaneria di Porto: alcune delle responsabilità degli ufficiali del corpo della capitaneria di porto sono la ricerca e soccorso in mare, la sicurezza a bordo, la protezione dell’ambiente marino, il controllo sulla pesca o la gestione delle emergenze.

 

 

Marina Militare Concorsi: Le prove

 

Una volta scelto il corpo di cui vuoi far parte puoi iniziare a preparare i Marina Militare Concorsi, che vengono realizzate normalmente una volta all’anno.  Vediamo a cosa consistono:

 

Prova Preliminare Marina Militare Concorsi

 

Per realizzare i Marina Militare concorsi è necessario superare un prova previa, di cultura generale, che si svolge solitamente durante il primo trimestre dell’anno. La prova consta di 180 quesiti, 60 di cultura generale e 120 di logica, di risposta multipla. Questa prova ha l’obiettivo di analizzare le capacità logico-deduttive e di ragionamento matematico dei candidati.

 

Prova Scritta Marina Militare Concorsi

 

Questa è la prova principale dei Marina Militare Concorsi e si svolge normalmente tra marzo e aprile. Si tratta di sviluppare un argomento di cultura generale, durante un massimo di 6 ore. L’obiettivo è controllare la capacità di redazione in italiano da parte del concorrente, la sua maturità di pensiero, l’attitudine al ragionamento e la capacità di scrivere in modo chiaro, semplice e corretto.

 

Tirocinio

 

Per superare i Marina Militare Concorsi è inoltre necessario realizzare un tirocinio presso l’Accademia Navale di Livorno. Questo tirocinio ha una durata di circa 8 giorni nei quali i candidati vengono sottoposti a:

- prove sanitarie per verificare l’idoneità fisica

- accertamenti attitudinali tramite diversi test e un’intervista personale di selezione.

- Prova orale di 20 minuti su algebra, geometria e trigonometria.

- Prova orale di lingua straniera (facoltativa)

- Prove fisiche  ( nuoto, salto in alto, piegamenti sulle braccia, corsa piana 1000 m.)

 

Per saperne di più sui diversi corpi della Marina Militare e fare la scelta giusta, vai alla Guida per la Scelta del Corpo della Marina.

 

Fonti: Marina Militare / Concorsimilitari.it

 

 

 

 

Share and Enjoy

Marina Militare Italiana: Requisiti per entrare in accademia 5.00/5 (100.00%) 2 Vota questo articolos

Marina Militare Italiana: Guida ai requisiti per entrare in accademia.

Far parte della Marina Militare Italiana è il sogno di molti giovani interessati alla carriera militare. Oggi, entrare in accademia della Marina Militare Italiana è semplice, ma bisogna superare un concorso. Vediamo quali sono i requisiti per accedere ai concorsi per l’accademia Marina Militare Italiana.

 

Requisiti Generali Marina Militare Italiana


marina militare italiana

Foto: Marina Militare

Gli aspiranti a far parte della Marina Militare Italiana devono avere determinati requisiti. Queste qualità generali sono comuni a tutte le accademia che permettono di entrare nelle diverse forze armate.

 

-          Età compresa tra 17 e 22 anni.

Questo limite è elevato di una durata pari all’effettivo servizio militare prestato, fino alla data di scadenza del termine di presentazione delle domande di partecipazione al concorso Marina Militare Italiana, comunque non superiore a tre anni, per coloro che prestino o abbiano prestato servizio militare nelle Forze armate.

Nel caso di concorrenti minorenni, è necessario presentare il consenso dei genitori o del tutore.

 

-          Cittadinanza Italiana

 

-          Diritti politici e civili

 

-          Idoneità fisica, attitudinale e psicologica

 

-          Diploma di istruzione secondaria di secondo grado di durata quinquennale

 

-          Non essere stati dichiarati “obiettori di coscienza” ovvero ammessi a prestare “servizio civile”.

 

Requisiti fisici richiesti per la Marina Militare Italiana

 

Per far parte della Marina Militare Italiana è necessario inoltre rispettare alcuni requisiti specifici.

-          Statura: la statura richiesta per entrare in Marina Militare Italiana è compresa tra 1,65 e 1,95 m. nel caso dei uomini; e compresa tra 1,61 e 1,95 m. nel caso di aspiranti donne

-          Vista: Le esigenze sono diverse in base al corpo in cui l’interessato intende prestar servizio. Ad esempio, per far parte del corpo di stato maggiore è richiesto un visus corretto 10/10 in ciascun occhio, dopo aver corretto con lenti ben tollerate il vizio di rifrazione che non dovrà superare 1,75 diottrie per la miopia, 2 diottrie per l’ipermetropia, 0,75 diottrie per l’astigmatismo di qualsiasi segno e asse. La correzione totale non dovrà comunque superare 1,75 diottrie per l’astigmatismo miopico composto e 2 diottrie per l’astigmatismo ipermetropico composto. Senso cromatico normale accertato con tavole di Ishihara;

 

Per far parte dei corpi del genio navale, delle armi navali, del commissariato militare marittimo, delle capitanerie di porto, e sanitario militare marittimo: visus corretto non inferiore a 10/10 in ciascun occhio, dopo aver corretto con lenti ben tollerate il vizio di rifrazione che non dovrà superare le 3 diottrie per la miopia e l’astigmatismo miopico composto, le 3 diottrie per l’ipermetropia e l’astigmatismo ipermetropico composto, le 2 diottrie per l’astigmatismo miopico ed ipermetropico semplice, le 1,5 diottrie per la componente cilindrica negli astigmatismi composti, le 3 diottrie per l’astigmatismo misto o per l’anisometropia sferica ed astigmatica, purché siano presenti la fusione e la visione binoculare. Senso cromatico normale accertato alle lane.

 

-          Udito: Per poter accedere al concorso Marina Militare Italiana è necessario superare una prova per certificare la capacità uditiva dei candidati in camera silente. Non saranno tollerate perdite uditive monolaterali superiori a 35 Decibel fino alla frequenza di 4000 Hertz ed una perdita uditiva bilaterale con P.P.T. compresa entro il 20%.

-          Dentatura in buone condizioni.

Non saranno ammessi al concorso per la Marina Militare Italiana i candidati con disturbi della parola.

 

Carriera Marina Militare Italiana

marina militare italiana

 

 

 

 

Per controllare i concorsi in atto nella Marina Militare Italiana, segue questo link: Concorsi Marina Militare

 

Fonti: Marina Militare Italiana / Concorsi Militari

 

 

Share and Enjoy

Marina Militare. Si Salpa!

4 luglio 2013 inviato da Staff
Marina Militare. Si Salpa! 5.00/5 (100.00%) 1 Vota questo articolo

Alzarsi, preparare la colazione, rifare le cabine letto e pulire le stoviglie. Poi tutti sul ponte per studiare il fitto programma della giornata all’insegna della vita di mare. Attività affascinanti che per questi ragazzi rappresentano una grande conquista d’indipendenza, la prima esperienza – per molti di loro – lontano dalle attenzioni della famiglia“.

 

Marina MIlitare Nave Italia

 

È con queste parole che lo stato maggiore della marina militare ha dato il via al progetto nave Italia. Un’iniziativa che ha raggiunto il suo terzo anno di vita e che vede la collaborazione dell’ospedale Bambino Gesù e della Fondazione Tender to Nave Italia Onlus (creata dallo Yacht Club Italiano e dalla Marina Militare). Il progetto iniziato nel 2010 ha trovato un forte sostegno in 33 Fondazioni di origine bancaria e ha ottenuto anche il coordinamento e il patrocinio dell’Acri, l’associazione che le rappresenta collettivamente.

 

 

 

Marina Militare In Prima Linea Per La Società

 

Nave Italia è infatti un brigantino goletta creato appositamente per formazione di persone con disagi fisici, psichici o sociali attraverso le cosiddette crociere della solidarietà. L’equipaggio della Nave Italia è composto da personale della marina militare poiché nave Italia è un brigantino militare a tutti gli effetti e per i militare rappresenta una vera e propria missione umanitaria.

 

Chi usufruisce di questo progetto educativo in ambito militare sono associazioni non profit, ONLUS, scuole, ospedali, servizi sociali, aziende pubbliche o private che si rendano promotori di iniziative concrete verso i propri assistiti e le loro famiglie, con lo scopo di migliorare la loro esistenza e i loro rapporti sociali.

 

Nave Italia. La Storia

 

Costruito nel 1993 rispettando fedelmente le fattezze di una nave del XIX secolo, dopo i primi 17 ragazzi dell’ospedale Meyer di Firenze affetti da diabete salpati da La spezia fino a Civitavecchia, ora è il turno di 15 ragazzi tra i 12 e i 16 anni affetti da epilessia, salpati con la più grande barca a vela al mondo lunga 61 metri e con 24 alloggi oltre all’equipaggio, una larghezza di 9,20 m con una velatura di 1300 mq. E una potenza di 480 Hp e un albero maestro di 44,60 m.

 

Ad accompagnarli in questa avventura tra gli altri anche Federico Vigevano, direttore del Dipartimento di Neuroscienze dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù il quale ha colto l’occasione per ricordare come l’epilessia sia stata riconosciuta come malattia solamente agli inizi del 1900, mentre prima era considerata una patologia mentale, con inevitabili conseguenze di emarginazione sociale purtroppo presenti ancora oggi.

 

Ecco perché esperienza di vita collettiva e socializzazione come questa della Nave Italia sono utili per i ragazzi, per guadagnare fiducia in se stessi e per acquisire una minima indipendenza dalla propria famiglia, compiendo così un passo avanti verso l’età adulta.

 

In questi giorni di traversata i ragazzi vengono indirizzati verso progetti di ricerca, formazione e terapia. Lo scopo del progetto riguarda anche il personale addetto alla gestione dei ragazzi che sfrutta questa occasione unica come spunto di ulteriore formazione professionale.

 

 

fonte: grnet / naveitalia / ansa / ammiraglia88 /newsliguria

 

 

 

 

 

Share and Enjoy

Vota Questo Articolo

Il Ministero della Difesa pubblica un nuovo decreto, del 20/05/2013, sull’ Autorità per ogni singola forza armata competente a ordinare l’inchiesta sommaria:

 

Esercito Italiano

Il decreto sostiene che i responsabili dell’esercito con la competenza in questione sono:

-          Capo di stato maggiore dell’Esercito quando si tratta di eventi avvenuti nell’ambito di comandi direttamente dipendenti dal capo di stato maggiore, dal sottocapo di stato maggiore, ovvero da un capo reparto.

-          Comandante delle forze operative terrestri

-          Comandante militare della capitale

-          Comandante per la formazione

-          Comandante logistico

-          Ispettore delle infrastrutture

 

Marina Militare

In questo caso, secondo il decreto, i responsabili sono:

-          Capo di stato maggiore della marina militare: quando si tratta di eventi avvenuti nell’ambito di comandi dipendenti direttamente dallo stesso capo, dal sottocapo di stato maggiore, ovvero da un capo reparto.

-          Comandante in capo della squadra navale e i comandanti di comandi navali, se si tratta di eventi avvenuti in terra

-          Comandanti in capo di dipartimento militare marittimo, quando si tratta di eventi avvenuti presso comandi dipendenti non retti da ufficiali ammiragli

-          Titolari di comandi e di direzioni della marina militare retti da ufficiali ammiragli, quando si tratta di incidenti presso comandi o uffici dipendenti

-          Ufficiali ammiragli titolari di direzione marittima, se l’incidente coinvolge personale della marina militare o beni assegnati alla marina

 

Aeronautica Militare

In questa forza armata la competenza ce l’hanno, secondo il decreto:

-          Capo di stato maggior dell’aeronautica militare se si tratta di eventi avvenuti nell’ambito dei comandi direttamente dipendenti dal capo di stato maggiore

-          Comandante della squadra aerea

-          Comandante logistico

-          Comandante delle scuole A.M

-          Comandanti di regione aerea

-          Comandante del comando aeronautica militare Roma

 

Arma dei carabinieri

-          Comandante generale

-          Comandante delle scuole

-          Comandanti interregionali

-          Comandante delle unità mobili e specializzate

 

Eventi che coinvolgono diverse forze armate

 

L’articolo 5 del decreto prevede che le autorità competenti a ordinare l’inchiesta sommanria nell’ipotesi in cui gli eventi interessino diverse forze armate sono:

-          Capo di stato maggiore di Forza Armata, se sono coinvolti i comandi

-          Il più elevato grado o, se pari grado, il più anziano tra i titolari dei comandi, enti ed unità di cui gli articoli precedenti.

 

vita 5

Share and Enjoy

Vota Questo Articolo

Concorsi Forze Armate. Se il tuo sogno è far parte dell’esercito italiano, sei ancora in tempo di presentare la tua domanda per i concorsi forze armate. Il prossimo 28 marzo scade il termine per partecipare al concorso pubblico, per titoli ed esami, per l’ammissione ai 16 corsi biennali (2013-2015) per allievi marescialli dell’Esercito Italiano, della Marina Militare e dell’Aeronautica Militare.

 

Requisiti generali per i concorsi forze armate

 

I requisiti da rispettare per poter partecipare ai concorsi forze armate sono:

-          Cittadinanza italiana

-          Diploma d’istruzione secondaria

-          Diritti politici e civili

-          Tra 17 e 26 anni (28 anni nel caso di personale che ha già prestato servizio militare)

-          Possedere idoneità psicofisica ed attitudinale al servizio militare

-          Se minorenni, aver il consenso dei genitori o tutori

-          Se uomini: non aver prestato servizio sostitutivo civile a meno che abbiano rinunciato allo status di obiettore di coscienza. Avere una statura tra 1,65 m e 1,95 m.

-          Se donne: statura minima di 1,61 m.

 

Non saranno ammessi i candidati che siano stati destituiti o condannati per delitti non colposi.

 

concorsi forze armate

 

Come far domanda per i concorsi forze armate?

 

La domanda per i concorsi forze armate va presentata unicamente online, tramite il portale dei concorsi online del Ministero della Difesa, raggiungibile tramite il sito www.difesa.it, oppure tramite www.persomil-sgd.difesa.it.

Il personale interessato ai concorsi forze armate, una volta dentro il portale, devono registrarsi con le modalità indicate e poi presentare la domanda per il concorso in questione. Durante la compilazione del documento i concorrenti hanno l possibilità di salvare online una bozza della domanda per i concorsi forze armate e completarla in un secondo momento. Non sarà possibile invece, stampare o scaricare una domanda non compilata completamente.

Una volta finita la compilazione della domanda per i concorsi forze armate, è necessario inviarla al sistema informativo centrale, senza uscire dal proprio profilo, e attendere un messaggio di conferma da parte del sistema.

Questo messaggio è importante, in quanto deve essere stampato e presentato il giorno della prima prova del concorso.

 

Qui troverai tutti i documenti e allegati necessari per accedere ai concorsi forze armate. Inoltre è stato pubblicato il materiale testologico per il concorso. Concorsi Forze Armate

 

Share and Enjoy