Archivi per la categoria 'Assenza dal Lavoro Militari'

  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
Licenza Ordinaria e Diritti di Assenza per i Militari in Missione all’Estero 3.50/5 (70.00%) 2 Vota questo articolos

La Direzione Generale per il Personale Militare ha pubblicato chiarimenti rispetto le disposizioni applicative in materia di licenza ordinaria e assenze dal servizio dei militari impiegati fuori area. Nel concreto, ha fornito chiarimenti in merito alla “decorrenza applicativa” delle disposizioni e alla possibilità di fruire in patria dei permessi di Rest and Recuperation, non utilizzati in teatro.

 

Ecco le disposizioni per la loro concessione:

1.    Licenza Ordinaria (norma D.P.R 394 e 395 del 1995)

I militari di ruolo impiegati nei teatri operativi fuori area continuano a maturare la licenza ordinaria, durante tale impiego. Questa potrà essere utilizzata al rientro in Italia una volta finalizzata la missione.

 

2.    Diritti di Assenza dal Servizio durante gli impieghi operativi fuori area

 

Il Comando Operativo Interforze (COI), organo nato nel 1997 e dipendente dal Ministero della Difesa, ha emanato regole specifiche per il personale contingentato.
-    2,5 giorni al mese a titolo di riposo (Rest and Recuperation)
-    96 ore consecutive di assenza dal servizio dopo 120 giorni continuativi di impiego in missione.

 

Questi diritti devono essere utilizzati, a pena di decadenza, durante il periodo di durata della missione all’estero.
Nel caso in cui non sia possibile, per i militari in missione, allontanarsi dalla località dove sono impegnati, per questione di sicurezza ad esempio, questi avranno diritto ad essere lasciati liberi da ogni servizio e da ogni attività lavorativa per un tempo pari ai giorni regolati dal COI.

 

I militari impiegati in missioni all’estero competono i giorni di assenza dal servizio previsti dalle normative che ne disciplinano la missione in concreto, ovvero da norme proprie dell’organismo sovranazionale che dirige la missione (accettate ovviamente dal Ministero della Difesa). Ad esempio, nel caso dei militari impegnati in Afghanistan, nella missione Isaf, sarà l’ONU a regolare i giorni di assenza dal servizio.

 

3.    Periodi di Assenza dal Servizio al Rientro in Patria (D.P.R n.163 e 164 del 2002)

Le domeniche trascorse in teatro, non fruite per esigenze del lavoro in missioni internazionali, possono essere ricuperate al rientro nel paese. Questo diritto non è monetizzabile.
Inoltre, i militari rientrati in Italia dopo una missione internazionale hanno diritto a un numero di giorni di assenza prima di riprendere il lavoro. Questi giorni devono essere pari alla differenza tra le domeniche trascorse in teatro (26 per 6 mesi) e il totale dei giorni di assenza di cui parla il punto precedente utilizzati durante la missione.

Per accedere alla circolare completa puoi andare a questo indirizzo: http://www.difesa.it/Segretario-SGD-DNA/DG/PERSOMIL/Concorsi/Concorsi95/Documents/Circolari_varie/Secondo%20reparto/Circ_licenze_pers_teatri_operativi.pdf

 

 

Share and Enjoy