Caso Marò: in attesa di sentenza

4 settembre 2012 posted by Staff
Vota Questo Articolo

I ricorsi presentati dal governo italiano per invalidare il processo aperto contro i due marò, Massimiliano Latorre e Salvatore Girone, si trovano nella fase finale nella Corte Suprema di New Delhi. In questi ricorsi, l’Italia esige la liberazione dei due fucilieri e l’applicazione della Convenzione delle Nazioni Unite sul diritto del mare (Unclos), alla quale l’India ha aderito. Secondo questa normativa, Latorre e Girone dovrebbero essere giudicati in Italia in quanto l’incidente è accaduto in acque internazionali.

L’avvocato del Kerala ha sostenuto, di nuovo oggi, che l’Unclos non è applicabile in questo caso perché manca una legge applicativa indiana della stessa, secondo l’ANSA. Il rappresentante legale indiano ha cercato di dimostrare che nella vicenda può essere applicato il codice penale indiano per tutta l’estensione della Zona di interesse economico (200 miglia nautiche).

 

Dopo la pausa di mezza giornata, i giudici Altamar Kabir e J Chelameswar hanno accettato di concedere una replica al legale di parte italiana, Harish Salve, che era intervenuto la settimana scorsa nella prima udienza del processo. Dopo questo intervento i giudici dovrebbero fissare la data della sentenza.

 

 

Massimiliano Latorre e Salvatore Girone, fucilieri della Marina Militare Italiana, si trovano trattenuti in India dal 15 febbraio scorso, giorno in cui sono stati accusati di omicidio per la morte di due pescatori indiani nelle acque dello stato indiano del Kerala.

 

 

 

Share and Enjoy


Leave a Reply