Vota Questo Articolo

Bilancio difesa 2013. Nel 2013 è entrato in vigore il Decreto Legge 227/2012 di “Proroga delle missioni internazionali delle Forze armate e di polizia, iniziative di cooperazione allo sviluppo e sostegno ai processi di ricostruzione e partecipazione alle iniziative delle organizzazioni internazionali per il consolidamento dei processi di pace e di stabilizzazione”, con la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale n.301 del 28 dicembre scorso.

L’obiettivo principale di questo decreto, di bilancio difesa 2013,  è aumentare le risorse economiche per continuare con le missioni dei nostri soldati nell’estero. Infatti, tutte le missioni internazionali delle Forze Armate italiane avranno i fondi necessari per proseguire con le attività fino al 30 settembre del 2013.

 

Bilancio difesa 2013: Cifre, spese e oneri per le missioni internazionali

 

Il totale della spesa prevista per le operazioni internazionali dell’esercito italiano è di 935 milioni di euro circa. In questo modo, esiste una disparità tra questi oneri e la cifra iscritta a bilancio del Ministero dell’Economia e delle Finanze (pari a 1.004,1 milioni di euro) a copertura di tutto il 2013 che non viene impegnata completamente. Ma, in ogni caso i poco meno di 70 milioni rimanenti non basteranno per i 3 mesi finali dell’anno.

Forse sarà necessario affrontare un nuovo rifinanziamento nei prossimi mesi.

 

bilancio difesa 2013

Foto: Enclavi serbe di Zac, Osojane e Opraske - © 2012 Foto Alberto Alpozzi

Fondi disponibili Bilancio difesa 2013: principali obiettivi di spesa

 

Bilancio difesa 2013: I fondi previsti per le missioni militari all’estero sono divisi in due principali categorie:

-          Capo I: Missioni internazionali delle Forze armate e di polizia (846 milioni di euro)

-          Capo II:  Iniziative delle organizzazioni internazionali per il consolidamento dei processi di pace e di stabilizzazione

ISAFAfghanistan: Nel 2013, la missione internazionale che riceverà un maggior finanziamento sarà l’operazione ISAF in Afghanistan, con un totale di 440 milioni di euro circa, tra impegno diretto e altre attività connesse alla missione.

UNIFIL – Libano: Le operazioni dei soldati militari nel Libano riceveranno quest’anno 118,8 milioni di euro

KOSOVO: l’impegno in Kosovo degli appartenenti all’esercito italiano riceveranno la cifra di 52,5 milioni circa.

Per quel che riguarda ad altri missioni, in teatri internazionali, delle forze armate italiane, il bilancio difesa 2013 pubblica che saranno destinati circa 40 milioni alle missioni anti-pirateria nella UE e NATO. Inoltre, sono stati assegnati 14,2 milioni di euro per la missione Active Endeavour nel Mediterraneo, anch’essa svolta in ambito NATO.

A questo punto bisognerebbe sottolineare anche i 7,5 milioni destinati all’impiego di personale con funzioni di assistenza e supporto in Libia e altri 6,9 milioni per le missioni dell’Unione Europea in Somalia (EUTM Somalia) e nell’area del Corno d’Africa (EUCAP Nestor).

 

 

Fonte: Analisidifesa.it

Foto: Alberto Alpozzi

 

 

 

Share and Enjoy


Leave a Reply