Archivi per novembre 6th, 2012

  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
Vota Questo Articolo

Ruolo Sergenti Esercito

Il Senato ha accolto, la settimana scorsa, un’interrogazione sulla possibilità di transito di personale dal ruolo sergenti esercito al ruolo marescialli con l’unica valutazione dei titoli di merito e dell’anzianità di servizio ed eliminando, in questo modo, l’iter concorsuale. Questo, le modifiche al ruolo sergenti esercito,  implicherebbe inoltre una riduzione della durata del corso formativo presso le scuole di formazione.

 

Atto n. 4-08566 – Pubblicato il 29 ottobre 2012, nella seduta n. 823

ruolo sergenti esercitoI senatori hanno ricordato nell’interrogazione sul ruolo sergenti esercito,  l’attuale suddivisione di ruoli nelle Forze Armate Italiane:

- Ruolo truppa

- Ruolo sergenti

- Ruolo marescialli

- Ruolo ufficiali

 

Ruolo Sergenti Esercito

Per diventare un sergente, di ruolo sergenti esercito, i volontari militari in servizio permanente devono superare un concorso per titoli ed esami.

Marescialli

Per accedere al ruolo marescialli ci sono due strade: un concorso riservato al personale civile (70 % dei posti disponibili) e l’altro riservato al personale militare di meno di 40 anni. Di questi posti (il 30 %) una parte viene riservata al personale appartenente al ruolo sergenti e l’altra ai volontari di truppa. Che inoltre, devono realizzare un corso formativo di 30 mesi. Ufficiali I sergenti, con meno di 34 anni, hanno la possibilità di transitare al ruolo di ufficiali, mediante un concorso interno, sempre che abbiano almeno 3 anni di servizio nel grado di sergenti e frequentino un corso di addestramento di 9 mesi.

Avanzamento Militari e Ruolo Sergenti Esercito: Problematiche

Con questo panorama, secondo i senatori, si presentano diverse problematiche relative all’avanzamento di carriera nel caso dei sergenti:

Limite di età troppo basso per la partecipazione ai concorsi

Non equilibrio tra i posti riservati al personale civile nei concorsi (70%) e i posti riservati ai sergenti (10 %)

Discriminazione ingiusta in quanto, a parità di punteggio, viene premiato il sergente anagraficamente più giovane e non quello con maggior esperienza e anzianità nel lavoro.

Ingiusto iter formativo: 30 mesi di addestramento sia per personale civile che per personale militare sembra poco coerente in quanto questi ultimi conoscono già la vita militare.

 

Questi sono i motivi principali per i quali i senatori hanno presentato una domanda al Senato per chiedere un’intervenzione al Ministro che permetta far transitare parte del personale del ruolo sergenti esercito nel ruolo marescialli con la sola valutazione dei titoli di merito e dell’anzianità di servizio e con una riduzione del percorso formativo.

 

Fonte: Senato.it / Forzearmate.org